Brevi cenni della maison Pomellato

Abbiamo scelto quattro gioielli Pomellato, rigenerati da Relusso, per raccontarvi la storia della maison milanese che in soli 50 anni è divenuta il quarto gioielliere più famoso d’Europa. Tanto nota ed amata che pochi anni fa la holding francese Kering la volle fortemente nel suo gruppo accanto a colossi come Bvlgari e Yves Saint Laurent. Certo, abbiamo perso un’azienda italiana cedendola ai francesi, ma ora il made in Italy Pomellato sta arrivando davvero in tutto il mondo, grazie a una maison capace di dettare le mode.  

Ciondolo "Luna", Pomellato

La semplicità di questo gioiello è disarmante e racchiude tutta la più grande innovazione voluta dal fondatore della maison, Pino Rabolini. La sua grande intuizione si inserisce in un momento storico ben preciso, il 1967: movimenti di liberazione in tutta Europa, voglia di rinnovamento, femminismo. Nel campo della moda italiana nasceva in quegli anni il prêt-à-porter, ossia lo stile di abbigliamento prodotto e venduto su larga scala, non più di lavorazione sartoriale. Uno stile adatto a tutti i giorni e per tutte le donne. L’intuizione di Pomellato? Estendere questo stile…alla gioielleria. Se un abito poteva essere usato tutti i giorni, perché non doveva esserlo un gioiello? La gioielleria, fino ad allora, era stata esclusivamente di haute couture, in possesso solo di alcuni fortunati, da usare come status symbol solo in certe occasioni. La maison sovverte e rivoluziona questa regola. La gioielleria è per tutti, ogni giorno, da indossare anche con i jeans. A farsi portavoce di questo nuovo stile, donne bellissime e “comuni”: Sophia Loren e Catherine Deneuve.

Anello "Pin Up", Pomellato

Come ha fatto Pomellato a rendere la gioielleria prêt-à-porter? Semplice: attraverso una scelta accurata dei materiali e delle forme. Non più oro giallo, per esempio. Troppo “antico”. Benvenuto oro rosa! Altrettanto prezioso, amato dalle più giovani, fresco, moderno. Da allora sarà noto, infatti, come “oro rosa Pomellato”, il metallo che costituisce questo prezioso anello. Oppure l’argento, spesso accostato all’oro rosa. I gioielli Pomellato si fanno alternativamente preziosi. Lo stile diventa non convenzionale. Il tutto grazie all’accostamento di pietre preziose a semi preziose. Lo scopo finale è quello di donare dignità a ogni gemma. Per Pomellato non conta il valore intrinseco della gemma, ma la capacità dell’artigiano che la seleziona, la taglia, la monta. Non per nulla, infatti, la qualità artigianale dei suoi gioielli è davvero sopraffina -e tutte le fasi si svolgono nel quartier generale di Milano, dove il 70% dei dipendenti è donna-.

Orecchini "Capri", Pomellato

Per una scelta ben precisa di stile, il caratteristico oro rosa Pomellato è affiancato in combinazioni uniche e originali a pietre preziose e semi preziose. Nel caso di questi orecchini, diamanti e corallo. Il trionfo del “nuovo prezioso”. Un perfetto utilizzo delle pietre di colore che da decenni la maison utilizza in ogni sua collezione. Ed anche nell’utilizzo delle classiche gemme preziose, Pomellato si distingue: le taglia al contrario ed in cabochon, senza sfaccettature (la prima a farlo); crea gioielli con pavè di diamanti tagliati irregolarmente; adotta il taglio squadrato per le gemme; i tagli son tutti molto grandi, come si vede in questi orecchini; le gemme hanno colori brillanti e vivaci, molto giovanili; infine, sono incastonate nei gioielli con le gaffe a vista (tecnica che verrà copiata da tutti).

Charms Dodo, Stella Marina

La linea DoDo nasce come collezione Pomellato (ma dal 2001 diviene marchio autonomo) con un forte intento ecologista a supporto del WWF: sono famosissimi, infatti, i suoi ciondoli che rappresentano animali a rischio di estinzione. Si tratta di gioielli più economici per far sì che avvenisse un’altra piccola rivoluzione. Perché una donna deve attendere che sia un uomo a regalarle un gioiello? Ogni donna può acquistare da sola i propri gioielli, essere autonoma anche in questo! Ecco, dunque, per chi sono i gioielli Pomellato: per la donna, giovane o adulta, che ama sfoggiare uno stile unico e riconoscibile. Questi gioielli sono subito identificabili e difficili da copiare, come lo stile delle donne moderne. Sono preziosi chic ma essenziali, per una donna che vuole essere elegante nel suo quotidiano. E sono gioielli dalla bellezza audace per la donna che ama essere diversa da tutte le altre.

Siete rimasti affascinati dallo stile e dall'innovazione di Pomellato?

Scopri la vasta gamma di gioielli Pomellato e Dodo presenti proposti dalla Gioielleria ReLusso.